BLOGANDCO

my point of view

Donne, du..du..du..

“Un uomo può indossare ciò che vuole. Resterà sempre un accessorio della donna.” Coco Chanel

“Le donne sono fatte per essere amate non capite.” Oscar Wilde

Ohimè care signore oggi tocca a voi. Non abbiatene a male…ma quando ce vò ce vò…

Stavo nuotando a rana nel web quando un articolo del Corriere della Sera ha attirato la mia attenzione, “Il femminismo non ha liberato le donne” …oddio oddio oddio ferma ferma Miky…c’è qualcuno che la pensa come me? Incredibile.
Scorro per vedere chi lo scrive, Susanna Tamaro…ah beh…scusate…sono intellettualmente allineata con una delle più grandi scrittrici italiane !

Io mi guardo attorno infatti e non vedo un gran bell’effetto lasciato da questo movimento.
Provate a cercare sul web qualche frase tipica di quel periodo, io l’ho fatto m’è venuta la pelle d’oca.
Quanto erano incazzate le donne?? Mammamia! Avessero potuto bruciare il genere maschile con un lanciafiamme lo avrebbero fatto!

Ora, non è che lo condanno in toto questo movimento, sicuramente ha portato la donna ad avere dei diritti, ad essere considerata come elemento pensante, ha dato un bello scossone al pensiero patriarcale e bigotto della società fino a quegli anni.
E’ servito allo scopo. Va bene. Grazie.
Ma adesso? Qual’è la lunga coda in cui ci troviamo adesso dopo tutto quel bailamme?
Un gran casino.

Non ci ricordiamo più come “si fa” la donna, non ci ricordiamo più cosa significa essere “femminile”, soprattutto come dice la Susanna : “Le grandi battaglie per la liberazione femminile sembrano purtroppo aver portato le donne ad essere soltanto oggetti in modo diverso” …quanto sono d’accordo !

E’ vero, oggi le ragazzine per i 18 anni chiedono in regalo la liposuzione, o l’intervento al seno o al naso…
Io a 18 anni ero ancora vergine !!
Queste invece fanno le gare. “Tu quanti te ne sei fatta sta settimana?” ..”Io 7″ …”Uhm…sfigata…ma la sera cosa fai la calza?? ”
A kilometri mi sa che una ragazzina di vent’anni oggi ha già fatto il giro del mondo!
E non si piacciono più, perchè non c’è una via di mezzo o sei una sfigata oppure, se sei appena appena più carina del normale, devi diventare una grande zoccola altrimenti non vali niente.
Sono molto aiutate dai media eh…
Ma stiamo scherzando?
Ma essere normali è diventato anormale ??

“Siamo passati così dalla falsa immagine della donna come angelo del focolare, che si realizza soltanto nella maternità, alla mistica della promiscuità, che spinge le ragazze a credere che la seduzione e l’offerta del proprio corpo siano l’unica via per la realizzazione. Più fai sesso, più sei in gamba, più sei ammirata dal gruppo” ..dice la Susy.

E cambia gruppo…dico io!

Oltretutto questo nostro sconvolgimento uterino ha ottenuto anche come effetto collaterale quello di confodere il genere maschile.
Oddio…prima di essere confuso credo che fosse terrorizzato a morte. Diciamo che davanti a frasi tipo:
“Gli uomini devono essere ridotti e mantenuti ad una percentuale di circa il 10% della razza umana”
“La cosa più misericordiosa che una famiglia numerosa possa fare ad uno dei suoi bambini più piccoli è ucciderlo”
“Più divento famosa e potente, e più potere ho per far del male agli uomini” (questa per inciso l’ha detta la supergnocca Sharon Stone!)
…mi spaventerei anche io!

E’ stata una guerra in cui secondo me, non ha vinto nessuno, anzi ci abbiamo rimesso entrambi.

Noi donne abbiamo perso il gusto di essere femmine, di essere donne, di impastare una torta, di lasciarci aprire la portiera, di farci corteggiare o di aspettare almeno una settimana prima di mollarla !!!

Di contro i maschietti, poverini, non è che hanno avuto molta scelta…prima eravamo tranquille e loro erano tranquilli, poi noi ci siamo incagnate come delle anaconde affamate e loro si sono adattati…cosa potevano fare??
Quelle solo se un uomo apriva bocca erano pronte con le bombe H !!
Adesso sembrano tutti aver assimilato la femminilità che abbiamo perso noi.
Possibile che non riesco a trovare uno straccio di uomo che si lasci crescere i peli su petto? Che non si depili le sopracciglia come una bambola di ceramica? Va bene tenersi curati e tutto quanto…ma come si dice a Napoli “L’OMM A’ DA PUZZA’!!!”

E insomma…a me manca…mi manca tanto l’uomo che ti cede il passo, che ti sposta la sedia, che ti corteggia e ti ammalia, che di fronte a un problema ti dice “tranquilla ci penso io!”…potrei avere un infarto se un giorno me lo sentirò dire !!
… e mi manco tanto anche io stessa come femmina, come donna…

A volte davanti a una gentilezza ruggisco come una leonessa ferita, me ne rendo conto.

E allora cosa si fa?
O beh che domanda…si cambia…se noi cambiamo anche il mondo attorno a noi cambia.

L’altro giorno ho messo quella bella frase di Ghandi “Sii tu stesso il cambiamento che vuoi vedere nel mondo” …l’ha detta Ghandi eh..

Io non dico di tornare ad essere delle desperate housewive, lo so che dobbiamo lavorare, lo che è dura…ma mia madre quando io sono nata e poi è nata mia sorella..lei lavorava.
E lavorava nell’azienda di mio padre, il che significava allora non venire retribuita, perchè era già un onore lavorare col proprio marito!!
Però io non l’ho mai sentita lontana, non mi ha mai fatto mancare l’amore smisurato, nè le torte fatte in casa, nè lo scappellotto quando facevo i capricci (pocchissimi perchè ero buonissima!!).
Nessuno ha detto che sia facile, ma se ci sono riuscite loro, le nostre mamme, noi che abbiamo il triplo dei mezzi a disposizione perchè non ci riusciamo??

Troviamo un punto d’incontro, ritroviamo un pò della nostra femminilità e lasciamo che gli uomini ritrovino un pò della loro mascolinità.
Non dico che vivremo felici e contenti (ma anche si!!), perchè troveremo comunque degli spunti interessanti per creare i blog…ma almeno daremo ai giovani futuri uomini e donne qualche esempio migliore su cui basare le loro vite, e spodesteremo dai vari troni le Belèn & C. che tanto da dire non hanno.

Vi ha fatto arrabbiare questo blog? …bene allora prenotatevi al seminario di Lucia Domenica 13 Novembre sulla risoluzione della rabbia

Vi ha fatto pensare ma non sapete che cacchio di pesci pigliare? …chiedete a Lucia e seguite i suoi corsi al femminile (ma non solo). La trovate su FB (Lucia Merico) oppure visitate il sito http://www.spiritualcoach.it

Pensate che abbia scritto tutto l’articolo solo per fare pubblicità a una mia amica?? …eheheh iscrivetevi ai Master di Daniele Bogiatto e cominciate a pensare OUT OF THE BOX!!!

Peace and love and peace and love !

Miky super wonder woman 🙂

Annunci

2 Responses to “Donne, du..du..du..”

  1. mericolucia

    Ciao Michela, SuperWonderWoman e Amica. Grazie per la pubblicità.
    Aggiungerei al tuo articolo d’impatto un ulteriore sfumatura che viene messa in secondo piano e che fa la differenza: a tutto questa confusione di ruoli ci siamo arrivate grazie all’accesa responsabilità di mascherare ancor più la nostra reale natura femminile. Ben vengano le rivoluzioni se servono a smuovere gli animi: dopo di che ritornare all’espressione della femminilità è molto di più di quanto si pensi. Significa riconoscere in ognuna di noi quell’onda rigeneratrice che ci trasporta verso l’espressione del femminino, caratteristica privilegiata incarnata dalle donne e presente in minoranza negli uomini (per fortuna loro). A ognuno i suoi ruoli: maschile e femminile sono la fusione di una perfezione riconosciuta soprattutto dalle donne e trasmessa agli uomini di buona volontà.
    Iniziamo a riconoscerci come nutrici, dispensatrici di spirito, portatrici di nuove energie (i figli) e il seme della femminilità inizierà a crescere dentro di noi. Abbiamo bisogno di capire che esprimere il nostro potere personale è ben lontano dalla banale esteriorità, che aiuta, ma non risolve il problema della rabbia che portiamo dentro.
    Iniziamo a evitare espressioni come sono incazzata, mi girano le palle, mi sai sui coglioni: oltre ad esprimere volgarità -negazione del femminile- consolidano bassi valori maschili.
    Immaginate di potervi muovere in un mondo patriarcale con la flessuosa determinazione femminile: un mondo mutuale dove i ruoli non hanno più bisogno di essere invertiti ma ognuno esprime al meglio ciò che è.
    Work in Progress: stiamo lavorando per voi 🙂

    Lucia Merico – SpiritualCoach … anche al Femminile

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: