BLOGANDCO

my point of view

Le mie scarpette rosse…

Quando oggi una persona, vedondomi addosso le mie meravigliose scarpette (!) rosse mi ha detto “E allora Dorothy dalle scarpette rosse come va?”, mi è venuto da sorridere.
Un pò perchè ho il 40 di piede e un pò perchè il tacco è 11 cm !!!
Quindi “scarpette” un par de ciuffole…
Poi ripensandoci bene a mente serena…per quanto possa essere serena la mia mente dopo una giornata come questa…mi son detta che il paragone non era poi del tutto campato per aria!

Certo, c’è un’inquinamento di favole, nel “Mago di Oz” le scarpette erano d’argento e la favola di Andersen “Scarpette rosse” non è che finisca poi sto gran bene!! ..alla bambina le tagliano di netto i piedi…quindi..lasciamo stare e prendiamo il Mago di Oz….

Dorothy, in questa favola, viene catapultata, più o meno consapevolmente, in questo nuovo magico mondo, con amici del tutto improbabili ma assolutamente fidati con i quali inizierà un percorso assurdo durante il quale dovrà affrontare sfide, insidie, pericoli, affronterà nemici temibili, scoprirà il nemico nell’amico e l’amico nel nemico, avrà successi e trasformerà gli insuccessi in opportunità…tutto solo per ritrovare la strada di casa.
Alla fine Dorothy si renderà conto che il mezzo per tornare lei lo aveva sempre avuto sotto gli occhi, anzi per essere più precisi, l’aveva ai piedi…erano le sue scarpette magiche.. che alla fine del percorso la riportreanno a casa.

E non è quello che succede a me??

Anche io sono stata catapultata..anzi MI sono catapultata in questo nuovo mondo, io pure ho trovato amici strambi ma splendidi con i quali sto condividendo un percorso fantastico, magico, fatto si di soddisfazioni ma anche di insidie e pericoli, e anche io come Dorothy sto cercando il modo di ritornare a casa…ma in questo caso la mia casa sono io.

Sto percorrendo una strada che mi renderà più forte, più consapevole, più coraggiosa che mi riporterà ad essere quello che già io sono…una persona speciale ma con la consapevolezza di esserlo e gli strumenti per dimostrarlo.

E con me e come me fanno i miei amici…la Strega Buona del Nord, lo Spaventapasseri (non leggetelo al feminile vi prego!!) che vuole avere un cervello che però ha già, l’Uomo di latta che vorrebbe avere un cuore che però ha già, il Leone pauroso che vorrebbe avere il coraggio ma che però ha già… e tutti gli altri personaggi fantastici che spronati dal Mago di Oz troveranno sè stessi lungo la strada.

E se ce l’hanno fatta loro non vedo perchè non dovremmo noi.

Il Mago di Oz non era un Mago, era un semplice ventriloquo ma pur essendo un comune mortale, riusciva ad esaudire i desideri di tutti e a dare a tutti gli strumenti giusti per affrontare il viaggio…perchè tutti hanno bisogno di un “Mago di Oz”.

Cari miei….Nessuno ci regala la magia, quella è già in nostro possesso, tutt’al più ci possono dare gli strumenti per utilizzarla al meglio e ci possono regalare un bel panino in cui mettere le fette di salame che abbiamo sugli occhi (non si butta via il cibo!!) per poter vedere con occhi nuovi le mille opportunità che ci si prospettano, e renderci consapevoli che possiamo sceglire se coglierle o meno.

Poi sta a noi, quando vogliamo, battere i tacchi e tornare a casa…ben sapendo che non saremo mai più, per fortuna, quelli di prima e anzi potremo anche sceglire chi vorremo essere.
E chiunque decideremo di essere, ovunque decideremo di stare, con chiunque decideremo di accompagnarci, una cosa non cambierà mai: la ricchezza acquisita nel viaggio fatto, un tesoro immenso che custodiremo gelosamente forever.

Ricordatevi che la porta da cui usciamo per intraprendere il nostro viaggio, non sarà mai più la stessa da cui entreremo al nostro ritorno, anche se la porta da lì non si è mai sposatata noi saremo inevitabilmente diversi!

……

Non è ancora giunta l’ora per me di battere i tacchi, voglio godermi ancora un pò il viaggio e i miei compagni strambi…e se ce la faccio voglio uccidere anche qualche Strega cattiva 🙂

Una buona magica notte
dalla vostra
Dorothy scarpetterosse

Kiss

Miky

Annunci

2 Responses to “Le mie scarpette rosse…”

  1. Alessandra

    Michi, ogni giorno sei una nuova scoperta!!! Non ho capito al 100% cosa ti è capitato o cosa hai vissuto in questi ultimi giorni, ma leggo una nuova Michela in ogni nuovo post che leggo 🙂
    Complimenti!

    Rispondi
    • michelabotti

      Ciao Ale…dirti cosa sto facendo sarebbe sempre comunque limitante xkè non ci sono parole…dovresti farlo per comprenderlo…diciamo solo che ho investito tempo ed energie su me stessa per imparare cose nuove, solo che pensavo semplicemente di doverne imparare due e invece sono duemila ed il percorso è più profondo e coinvlgente di quello che credevo !!
      Sono contenta perchè oltre ad imparare sto anche conoscendo gente nuova e molto stimolante e questo è davvero bellissimo!!
      …sono contenta che mi segui 🙂
      A presto e un bacione!
      Mik

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: